Il progetto Apocrypha presentato al Mufant di Torino

Un mese e mezzo fa abbiamo inaugurato la prima vera mostra ManFont al Mufant di Torino (ne abbiamo parlato qui) intitolata “il Fantastico in Punta di Matita“.
Dopo il grande successo di Lucca Comics, e sfruttando la presenza di due ospiti d’eccezione, possiamo annunciare un rinnovo dell’esposizione (che durerà, lo ricordiamo, fino a inizio gennaio) per parlarvi di quella che è un’iniziativa che ci sta molto a cuore: il progetto Apocrypha.

progetto-apocrypha

Di cosa si tratta?

La ManFont e la Scuola Internazionale di Comics hanno iniziato un lavoro di sinergia atto a mettere luce e dare visibilità ai nuovi talenti del fumetto italiano. Questa collaborazione ha portato alla nascita di una collana, pubblicata congiuntamente dalle due realtà, denominata “Apocrypha” e che si basa sulla realizzazione di storie a fumetti tratte da saghe già esistenti da parte degli studenti più meritevoli proprio della Scuola Internazionale di Comics.

Il progetto è cominciato nel 2015 grazie allo sforzo congiunto di Dino e Giorgia Caterini (rispettivamente fondatore e direttrice didattica della Scuola Internazionale di Comics) Manfredi Toraldo (CEO Manfont, sceneggiatore e docente della sede di Torino della Scuola) e David Messina (autore e docente della sede di Roma) con la pubblicazione di Arcana Mater Apocrypha. Si tratta di un volume spin-off della saga di Arcana Mater, che ha visto il lavoro di ben sei ragazzi uscenti dal Master di Fumetto della sede romana della Scuola.
Nel 2016 visto l’ampio gradimento di pubblico e critica il progetto si allarga con due nuove produzioni: 2700 Apocrypha (con storie tratte dal fumetto fantasy 2700) e Yamazaki 18 Years Apocrypha (con storie tratte dalla serie a fumetti prodotta dello studio Gentlemen Kaiju Club) entrambe in occasione di Lucca Comics 2016 e di cui vi abbiamo parlato qui. Quest’ultima lavorazione ha inoltre espanso la collaborazione non solo ai disegnatori, ma anche agli studenti di sceneggiatura della Scuola (questa volta sede di Torino).
In totale il progetto per il momento ha coinvolto oltre venti ragazzi. Il tutto sempre con l’ottica di dare risalto al lavoro finale del corso di studi di questi giovani ragazzi e un assaggio di prima esperienza lavorativa professionale. In questo modo gli studenti possono vantare già una pubblicazione nazionale di pregio, continuando di fatto la mission della ManFont, ovvero cercare di diffondere la cultura del fumetto, unitamente ai suoi artisti, qui in Italia.

Bene, tutto questo sarà illustrato in maniera molto più esaustiva nella cornice del Mufant (il museo del fantastico e della fantascienza) di Torino sabato 19 novembre, grazie alla presenza di Manfredi Toraldo, David Messina e Sara Pichelli nell’ambito dell’evento legato al compleanno del museo.
A questo link potrete trovare tutte le info sull’evento, che comprende molte altre iniziative oltre alla nostra, tra cui vi segnaliamo la conferenza “La pittura fantastica nel videogioco” in cui interviene anche il nostro Jacopo Tagliasacchi.

L’intervento dei nostri tre autori è fissato per le ore 16.00 e vi parleranno del progetto Apocrypha, della loro esperienza fumettistica e saranno anche disponibili per sessioni di firma e dedica durante la mostra, proprio all’interno della sala che ospita l’esposizione. Sarà anche possibile acquistare i loro ultimi lavori targati ManFont nel bookshop del museo.
Esposizione che, come detto, si rinnova mantenendo fede allo spirito che l’ha contraddistinta: solo opere rigorosamente originali. Tratti questa volta dalle versioni apocrife di 2700 e Yamazaki 18 Years.

Vedremo quindi esposti i lavori di Marika Cresta, Virginia Salucci, Chiara Colasanti, Erika D’Urso e Carola Borelli. Volete qualche piccola anteprima di quello che vedrete?

apocrypha-mufant-1 apocrypha-mufant-2

Non male vero?

Siete quindi tutti invitati al Mufant (via Reiss Romoli 49 – Torino) questo sabato 19 novembre, dalle 14.30 in avanti. 
Noi, come sempre, vi aspettiamo numerosi.

ManFont – Feed the Comics

Share